Error message

Deprecated function: implode(): Passing glue string after array is deprecated. Swap the parameters in drupal_get_feeds() (line 394 of /home/customer/www/assonur.org/public_html/filef/includes/common.inc).

Aggiungi un commento

La svendita della Tirrenia ci offende!

Pubblichiamo e condividiamo il comunicato stampa della FASI

COMUNICATO STAMPA

CONTRO LA BEFFA DELLA SVENDITA DELLA TIRRENIA

La “s-vendita” della Tirrenia, all’insaputa e contro la Regione Sardegna, è una vera “porcata”.
Per il futuro non c’è nessuna garanzia: né sulle rotte in convenzione, né sul loro numero, né sulla frequenza e continuità dei collegamenti, né sulle tariffe.
Il Governo Berlusconi e il Ministro Matteoli si sono assunti la grave responsabilità di questo atto alle spalle dei sardi; il Commissario Tirrenia è stato l’esecutore materiale!
Il monopolio, già prefigurato dal “cartello” che ha imposto l’aumento esorbitante delle tariffe è adesso formalmente sancito dal Governo.
È questa la “nuova continuità territoriale!” Ed è questo il riconoscimento dell’insularità votato in Parlamento?
Il danno è gravissimo già da questa stagione; gli emigrati e i potenziali turisti sono stati “impediti” di raggiungere l’isola. Il colpo inferto al turismo sardo, nel contesto di una situazione economica drammatica per la nostra isola, è sotto gli occhi di tutti, proprio nell’anno in cui le crisi in atto nel Mediterraneo dovevano favorirlo.
Il sospetto che si siano voluti deviare i flussi turistici diretti in Sardegna è fortissimo. La Giunta della Regione Sarda fa bene a ricorrere presso la Corte Costituzionale, presso l’Unione Europea e in tutte le sedi possibili.
La Federazione delle Associazioni Sarde in Italia, che ha già promosso le manifestazioni di Torino e di Roma continuerà la sua protesta. Tutto il popolo sardo deve opporsi fortissimamente. La Sardegna deve cominciare sul serio a fare da sé e a contare sulle proprie forze. A cominciare dalla “Flotta sarda”.

Il presidente FASI
Tonino Mulas

Filtered HTML

  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.